Incesti

La mia finta festa di compleanno a sorpresa parte 3

Ciao amici lettori da simona69 dara,

Quest'anno la mia festa di compleanno, organizzata da mio marito, é stata più che una festa, una missione di lavoro, l'ho aiutato in tutti i modi possibili, ho dato tutta me stessa, nel vero senso della parola.

Vi ricorderete che avevo detto a mio marito arrabbiata, che la prossima uscita l'avrei organizzata io tutta per lui, a sorpresa.

Infatti così è andata.

L'indomani a lavoro, appena entrata arriva subito la mia amica Lucia, tutta entusiasta voleva sapere tutti i particolari, infatti mi dice...Raccontami tutto quello che è successo, quando sei scesa col russo verso la macchina. 

Allora gli racconto tutto, che il russo mi aveva fatto salire in macchina, che davanti cera l'autista, fra l'altro un bel ragazzone quadrato, cioè tutto muscoli, che ci osservava.

Ma insomma il russo che ha fatto mi chiede, che ha fatto dico, mi ha usata in tutti i modi, mi ha toccato, mi ha leccata tutta collo tette, fica.

E poi e poi? Poi mi ha trombata ammodo, mi ha fatto venire un sacco di volte, anche lui è venuto, bue volte dentro di me, mi ha riempito la fica per bene.

Madonna mia dice Lucia, se sapevo che cera l'autista, cosi giovane e palestrato, ti accompagnavo anch'io, così magari montavo davanti insieme a lui, poi chi sa, da cosa nasce cosa.

Anche te pensi solo a quello è, no e che mio marito ultimamente è un po' spento, mi dice Lucia, bisognerebbe organizzare qualcosa insieme.

Certo rispondo, io ho un conto in sospeso con mio marito, organizziamo pure.

Trascorsi due mesi siamo in estate, e il nostro piano è pronto e elaborato nei minimi particolari, i nostri rispettivi compagni non sanno niente chiaramente.

Trascorsi oltre due mesi, dalla famosa festa di compleanno, dove io ho dato una mano, e non solo quella, a convincere il famoso industriale russo, a stringere un contratto con la ditta dove lavora mio marito, adesso direttore generale. 

Devo dire che infatti il nostro baget familiare è molto lievitato.

Dunque trascorsi un paglio di mesi, io e Lucia la mia collega di lavoro, decidiamo di fare una bella festa a sorpresa ai nostri compagni.

Io dovevo rifarmi per la mia festa, e lucia per suo marito che ultimamente era molto spento.

Troviamo un locale qui nella nostra zona, molto famoso, dove di mangia si balla, e al piano sopra ci sono le camera, dove si puo dormire o fare altro, tipo scambi di coppie locale particolare.

Prendiamo accordi col padrone del locale, prenotiamo una saletta riservata per quattro persone, due cameriere tutte per noi, che ci devono servire a tavola, vestite pochissimo, minigonna cortissima reggiseno sandali altissimi e basta, compreso servizio in camera grande con due letti doppi per il dopo cena.

Ok risponde il titolare, ho capito perfettamente cosa volete fare, avrei proprio due ragazze, Monia e Samanta 25, e 28 anni che fanno al caso vostro.

Va benissimo rispondiamo, ok ci tira giù un preventivo tutto compreso, saletta prive, cena con servizio particolare, e servizio in camera dopo cena, salta fuori un conto astronomico, io e Lucia ci guardiamo complici e poi accettiamo, dividiamo e paghiamo. 

Il titolare contento ci ringrazia, io aggiungo, sul servizio in camera una nota, le ragazze si devono trovare in camera, nei letti a mezzanotte nude a luci spente.

Va bene risponde, dirò a Monia e Samanta di fare cosi. 

Bene rispondo, ci vediamo sabato sera alle ventuno, e ci salutiamo.

Appena rimontate in macchina, in viaggio verso casa, parliamo della serata appena organizzata, Lucia mi chiede, non ho capito ancora cosa vuoi fare dopo cena, mi sembri un po' pazza, ascoltami dico, ceniamo con due, super fiche che ci servono mezze nude, cosi vediamo la reazione dei nostri compagni, se si eccitano o no, poi dopo mangiato li portiamo in camera per una sorpresa al buglio ok.

Ok risponde Lucia ma dopo ci infiliamo nel letto, no non hai capito, nel letto ci sono le due ragazze nude, pronte per farsi scopare, ma loro non lo sanno, pensano che siamo noi, invece noi siamo li accanto a loro che ci godiamo la scena.

Mmm risponde Lucia, la cosa mi eccita, voglio proprio sentire come si comporta mio marito, brava io invece voglio sentire mio marito, se resiste a una di 28 anni, o se lo mette ko, come aveva fatto il russo com me in macchina, scopata e riempita in tutti i modi. 

Mi sembra una pazzia, dice Lucia comunque ormai abbiamo pagato, dai che ci divertiamo dico.

Venerdì sera, incominciamo a preparare le nostre vittime, Lucia con suo marito, e io con il mio, domani sera, io e Lucia abbiamo organizzato una cena a sorpresa tutta per voi va bene chiedo? Mio marito sorpreso, chiede : come mai che festa è, nulla una cena a sorpresa, ti ricordi ti avevo detto che la organizzavo io la prossima, che cos'è uno scambio di coppia con Lucia,? guarda che a me dispiace è anche più giovane che te, ma dai scemo, mangiamo poi si vede dai, poi con una più giovane non ce la fai, lui hahaha, bisognerebbe provare per dirlo, va bene rispondo sorridendo, non sapeva che noi si era gia organizzato tutto.

La sera dopo alle nove in punto, siamo li davanti al locale che aspettiamo Lucia e suo marito che sono un po di ritardo, mio marito mi chiede, come mai proprio qui a cena, io ..non ti piace questo posto, certo risponde, è particolare pieno di fiche, è perché non ti piacciono ? certo ci mancherebbe, poi mi guarda, io minigonna nera cortissima, e camicetta scollata, le mutandine le hai messe, mi chiede, stasera si le devo levare? No adesso no, mmm allora le levo dopo al tavolo, mmm ok le leva anche Lucia? Va bene ce le leviamo insieme, ma dai lo sai che mi eccito gia , davvero dico, si ti voglio toccare la fica davanti a Lucia posso, sei il solito porco, certo che puoi.

Poco dopo arriva Lucia e suo marito, parcheggio e vengono verso noi, il compagno di Lucia mi dice ridendo, certo che avete scelto un bel localino per cenare, poi non vi arrabbiate se guardiamo i culi delle cameriere, no rispondo vai tranquillo.

I nostri due compagni si avviano e noi dietro, Lucia mi dice sottovoce, scommetto che sei sensa mutande, no dico stasera le ho e tu? Anch'io, allora dopo quando siamo al tavolo, ti strizzo l'occhio e ci leviamo le mutandine insieme e le mettiamo davanti a loro sul tavolo, ok vediamo che faccia fanno,va bene risponde Lucia, al mio non lo mai fatto, meglio gli dico, te guardami e fai come me, che questa sera li facciamo morire, ok sei una pazza.

Entriamo nel locale, la cameriera ci accompagna nella saletta pronta per la cena, ci accomodiamo, io difronte a Lucia, mio marito di fronte al marito di Lucia suo compagno di lavoro.

La cameriera si affaccia sulla porta, possiamo cominciare? certo rispondo, subito dopo arrivano le due super fiche Monia e Samanta col menu, vestite con minigonna cortissima appari alla fica, con completino intimo chiaro e tanga che a malapena copre i labbri della loro fica, mio marito Dario e Franco, vi dico i loro nomi per comodità di scrittura, le guardano specialmente tra le gambe stupefatti, poi posato il menu, mentre tornano indietro gli divorano il culo con gli occhi, dico io, sono belle le cameriere vero? Si risponde Dario, e Franco si non sono male, io azzardo....le scopereste due cosi? No no risponde Dario non c'è la faccio troppo giovani, e tu Franco, ecco dice Lucia sentiamo, no no troppo giovani non c'è la facciamo più con delle tope cosi, e Lucia certo una di venticinque anni, vuole essere scopata forte, non puoi venire solo una volta, certo risponde Franco te lo detto io non c'è la faccio.

La serata continua fra discorsi risate,e occhiate dei nostri compagni per le cameriere, che ci servivano sempre con le tette davanti al naso di Dario e Franco eccitati ma si sforzano di non farlo vedere, allora io allungo la mano sul cazzo di Dario e sento che è gia eccitato, mmm dico ma allora ti piacciono sei eccitato, sai dice, mi passa le tette davanti al naso, mi struscia il culo nel gomito, non sono di ferro, capisco, intanto guardo Lucia intuisco che anche lei toccava il cazzo di Franco, gli strizzo l'occhio, e cominciamo insieme a levarci le mutandine, mettendole sul tavolo insieme davanti ai lo piatti.

Loro restano sorpresi, si guardano poi Franco esclama, vi siete messe d'accordo mi sa, avete qualcosa in mente, no rispondo, abbiamo preso una camera, con doppio letto matrimoniale, facciamo l'amore al buio vicini é eccitante no, si risponde Franco non lho mai fatto prima, anche Dario, si mi piace l'idea. 

Intanto che cerchiamo di perdere tempo, per arrivare a mezzanotte, ora stabilita per salire in camera e dar tempo alle nostre complici di prepararsi a letto nude, io prendo la mano di Dario, e la metto tra le mie cosce, sulla fica nuda e bagnata al pensiero che presto saremmo andati in camera, Lucia mi vede, e fa uguale con Franco che resta un po' impietrito, Lucia prende in mano in cazzo di Franco e lo comincia a segare, io faccio uguale con Dario.

Insomma ci ritroviamo a masturbarsi insieme difronte, seduti dentro un ristorante.

Passata la mezzanotte da qualche minuto, dico saliamo in camera? subito Lucia, si saliamo dai.

Ci alziamo e ci incamminiamo verso le scale, i rispettivi compagni ci seguono eccitati, mentre montiamo la scala abbastanza ripida, ci guardano il culo, scambiando commenti sotto voce: Dario, certo che anche Lucia ha proprio un bel culo, Franco, anche Simona, ha due labbri di fica invitanti, poi si strizzano l'occhio.

Arrivati davanti alla porta di camera apriamo e entriamo, loro subito, ma è tutto buio non si vede niente, noi, lasciatevi guidare vi diciamo noi quando siamo pronte, li facciamo mettere in fondo ai letti impiedi, poi dico,: adesso ci spogliamo completamente e ci mettiamo nel letto nude ok, va bene rispondono , ma non ci mettete tanto, no diciamo, intanto spogliatevi cosi siete pronti, noi ci mettiamo sedute sul divanetto centrale fra i fue letti vicino al muro, poi mi rivolgo a Lucia, sei pronta, si risponde, ok dico tocca a voi, fateci godere al massimo siamo pronte.

Loro partono subito, il primo è Dario a trovare le tette di Samanta, oooo esclama che tette dure e calde che hai stasera, poi Franco, trovata oooo che pancia liscia, e che fica bagnata siete eccitate entrambe dice, continuano a leccare e toccare dapertutto, eccitati a mille.

Io e Lucia sedute sul divanetto cercavamo di trattenere il respiro eccitate, Dario super eccitato va subito al sodo, sdraiato sopra lei, col cazzo che gli pigiava sul ventre di Samanta bice: Franco a che punto sei io lo metto nella fica, Franco, aspetta lo mettiamo insieme, si posiziona anche lui poi dice: sei pronto andiamo? Dario si andiamo vai, affondano il loro cazzi nella fica delle nostre complici che non fiatano, pero si muovono benissimo, pompando il loro cazzo con la fica, ha..ha...ha ... dice Franco che fica che hai non mi hai mai trombato cosi che meraviglia, lo stesso Dario, haaaa come mi fai godere, questa sera hai una fica avvolgente, mi stringe il cazzo.

Intanto noi sul divanetto, ascoltando tutti i commenti e i loro gemiti ci eccitiamo al massimo, io mi tocco la fica masturbando mi e penso anche Lucia, poi allungo la mano sinistra e incontro le sue cosce,scorro ancora e trovo la sua fica bagnatissima, ne deduco che anche lei stava godendo, infilo il mio dito nella sua fica e comincio a masturbare velocemente, lei si avvicina verso di me trova le mie tette la accarezza, trova le mie labbra mi infila la lingua in bocca, insomma ci stiamo masturbando a vicenda, mentre i nostri uomini godono pensando di scopare noi, Franco a un certo punto dice, Dario io vengo sono al massimo mi manca poco, e Dario aspettami veniamo insieme aspetta, e Franco dai sbrigati mi manca poco, intanto Monia che stava zitta non fiatava però godeva, con due contrazioni di fica mette al tappeto Franco che si libera : haaaas haaaa vengo vengo e riempie la fica di Monia, Dario nel sentire Franco godere cosi, anche lui haaa haaaa haaaa anch'io vengo haaa come godo, anche lui riempie la fica fi Samanta, noi arrapate a sentire tutti i commenti e i gemiti di piacere, con la lingua di Lucia in bocca, la mano nella mia fica, e l'altra nella fica di Lucia, la sento venire e vengo anch'io, contemporaneamente godiamo e viviamo un orgasmo anomalo ma bellissimo.

Confesso che ricordando e scrivendo la storia, mi sto eccitando nuovamente, la mia mano sinistra è sulla mia fica, e con la destra continuo a digitare sulla tastiera, scrivendo e godendo pure.

Ripreso il controllo di noi, Dario dice: sono sfinito era tanto che non godevo così, io mi avvicino con la testa a Samanta, sottovoce sussurro " lo voglio nel culo" Dario non crede alle due orecchie , ma cara non volevi mai prima, io sempre sottovoce, stasera lo voglio fare, Dario nuovamente eccitato al pensiero si prepara, Samanta sensa fiatare, regge il gioco, anche perché profumatamente pagata per farlo, allarga le gambe inclina un po' il bacino e Dario la penetra nuovamente fino in fondo.

Lucia, doveva aver sussurrato qualcosa anche lei a Franco, perché anche lui tava inculando Monia molto energicamente, di nuovo in competizione con Dario. 

Noi complici di questo gioco, ci stavamo nuovamente eccitando, quando sento la lingua di Lucia tra le mie cosce che mi provoca un'altro orgasmo bellissimo, poi si alza e avvicina la sua fica bagnata alla mia bocca, e io contraccambio le sue attenzioni facendo la stessa cosa, e lei viene muovendosi pigiando la mia testa sulla sua fessura.

Dopo poco Franco, che pompava velocemente il culo di Monia, non resiste e viene nuovamente: haaa haaa haaa vengo, anche Dario un po' più lento, ma sempre arrapato: haaa vengo anch'io e sborra tutto dentro al buco di Samanta allegandola, poi crollano entrambi sdraiati a pancia in su, Dario dice affannato, era tanto che non mi facevi godere così, sono sfinito, non ce la faccio più, lo stesso Franco, rivolto a pancia in su, brontolava qualcosa, hasaa non sento più le palle, sono morto.

A quel punto, ci riavviciniamo noi lentamente sensa fare rumore, e sussurriamo: adesso facciamo noi.

Le nostre complici in giochi, state bravissime, afferrano subito il discorso, si mettono fi fianco e cominciano a toccare il loro cazzo e a baciare il petto, per poi scorrere più in basso e afferrare il loro membro bassotto in bocca, spompinando nuovamente con le loro labbra e lingua calda, aiutandosi con una mano, avanti e indietro avanti e indietro.

Dopo poco Dario si riprende, haaaa me lo hai fatto diventare duro ancora ti prego fermati, mi sento male, invece Samanta continua, Franco, che è un po' più giovane, reagisce meglio alle attenzioni di Monia che gli stava facendo un pompino di brutto, con voce fioca dice : haaaa, hoooooo, che troia che sei questa sera, mi vuoi rovinare, intanto il suo cazzo era di nuovo duro come un sasso, infatti Monia ne approfitta subito, per montare a cavallo sopra di lui e impalare il suo cazzo nella fica ancora colante da prima, e muovendosi piegata con i suoi capezzoli che sfiorano il petto di Franco, anche Samanta nel frattempo aveva infilato il cazzo di Dario nella sua fica e lo stava pompando in maniera violenta, noi eccitate ci godevamo la scena ogni tanto toccandosi a vicenda.

Dopo una quindicina di minuti di sesso spietato, sentivamo il letto di Dario cigolare dai colpi di topa di Samanta che lo cavalcava alla grande.

Dopo poco Dario non resiste più, urla haaaa, haaaa vengo di nuovo, anche Franco, anchio sto per venire, dai insieme al tre dai, uno ,due, e tre... Haaaaa uuuuuu haaaaa e ve dingono nuovamente insieme nella fica giovane di Samanta e Monia. 

Dopo una ventina di minuti calma apparente, accendo una piccola luce che era dietro di noi, e vediamo che Dario e Franco si erano assopiti sfiniti distrutti, le nostre due ragazze si alzano lentamente ci salutano e se ne vanno, noi ci mettiamo nude accanto a loro, stanche e appagate e ci addormentiamo. 

L'indomani mattina alle 10, Dario si era gia alzato anche Franco erano andati in bagno, nel rientrare in camera si fermano a guardare, noi sul letto nude, io socchiudo gli occhi gli dico , buongiorno come va, ne facciamo un'altra, nooooo risponde Dario io per quindici giorni sono a posto, e Lucia, e tu Franco, noooo sei matta, ieri sera mi hai ammazzato non sto in piedi stamattina.

Ci alziamo, andiamo in bagno, ci vestiamo e usciamo tutti insieme, sono passati due anni, e Dario e Franco sono ancora convinti di aver scopato con noi quella notte, a volte ce lo ricordano, e noi sorridiamo e glielo lasciamo credere. 


Cari amici lettori, il racconto finisce qui, questa è storia vissuta realmente accaduta, pazzie fatte insieme alla mia amica Lucia, a volte si chiama Monica, non ho mai svelato il suo vero nome. 

Spero vi sia piaciuto, lascate un commento mi fa piacere, se avete qualcosa da dire di più personale inviate una mail. simona69dara@virgilio.it 

Saluti Simona69 Dara.














Ti è piaciuto questo racconto?
Punti: 5,0

0 commenti

Nessun commento
avatar
Ciao, io sono

Simona69 dara

Autore su Erotika

Ciao siamo una coppia aperta a nuove esperienze, chi scrive sono io ,Simona, amiamo molto l'esibizionismo, a volte mio marito partecipa, a volte mi lascia fare le mie fantasie anche da sola, scrivetemi se volete, ne parliamo insieme, se avete qualcosa che vi e successo, chiaramente a sfondo erotico, inviatelo alla mia posta lo pubblichero per voi ciao ciao. simona69dara@virgilio.it

Vedi Mio Profilo