Trio

Tre troiette

Ciao, ho conosciuto tre sorelle: Thera, Anne e Marie e questa è la storia di questo incontro fortunato..


Un giorno mentre mi trovavo in un bar, dopo aver consumato, decido di uscire, all'ingresso una gran bella donna alta circa 1,78 e corporatura formosa con un seno di settima misura circa, i fianchi erano tondi e larghi, un fisico meraviglioso! I cappelli erano lunghi e neri. Gli occhi azzurri e un sorriso grande che ho ricevuto nel momento che ho sbattuto con il dorso della mia mano sulla parte laterale del suo gran bel sedere. Era morbido e voluminoso..... lei non sembrava offesa, così giunge al bancone e ordina un caffè con un cornetto..... io sono rimasto incantato, avrei voluto attaccarmi a quelle splendide forme..... mi avvicino alla cassa e con la scusa di acquistare altro, ho deciso di pagare il suo conto.


Appena il barman le dice quello che ho fatto lei si gira e mi ringrazia ma dice di non conoscermi......


“Chi sei?” chiede... “Posso sapere come ti chiami?”


“Giovanni....” Rispondo e lei risponde: “Mi chiamo Thera....”


Dopo aver parlato per un po’ esco fuori.....


Lei termina la consumazione ed esce fuori con un paio di occhiali scuri, mentre si avvicina alla sua macchina


con aria arrabbiata, sente una mano che afferra il suo braccio....


“Pensavi che sarei andato via?” Le dico con una gran voglia di saltare addosso alle sue curve.....


“Seguimi piccolo!”


Così senza fare domande entro nella sua macchina e mentre lei guida io comincio a lisciare le sue belle coscia..... indossa un vestitino leggero a campana..... comincio ad eccitarmi e sposto quel vestito con violenza..... poi poggio la mia faccia sulle sue coscia e comincio a leccarle con gusto, sono lisce, morbide e profumate..... vado avanti arrivo al triangolo della sua vagina gonfia che comincia a bagnarsi..... ricoperta da una mutanda nera..... lei comincia ad emettere dei gemiti che mi fanno andare fuori di testa!


Con entrambe le mani afferro gli elastici laterali e li strappo! Poi le sfilo dal centro e comincio a cibarmi di quello splendido miele che si trova tra le sue splendide gambe..... Mi porta a casa sua, una casa unifamiliare, indipendente con piscina.... Parcheggia la macchina in garage dopo aver aperto la serranda con un telecomando.... Spegne il motore e comincia ad accarezzare la mia testa....


“Dai piccolo! Scendiamo! C’è ancora tanta roba da consumare.....” dice lei con voce sensuale.


“Sì! Non sono ancora sazio....” Rispondo io. E lei continua a sussurrare “Questo è solo un antipasto!” Mi prende per mano e mi porta al piano di sopra in camera da letto.... Mentre saliamo le scale le bacio il sedere e comincio a leccarla con gusto..... Entrati in camera preso da un’eccitazione che mai avevo sentito nella mia vita, le sfilo il vestito, continuo a leccare la sua schiena, poi si gira di scatto e sbatto la mia faccia sul suo seno.... Mordo quelle splendide tette, grosse, naturali con due magnifici capezzoli, è una settima abbondante! Proprio come piacciono a me!


Afferro le sue lunghe e candide coscia, la sbatto con violenza sul letto e comincio a penetrarla con forza.... Lei emette gemiti e carezze che aumentano sempre di più la mia eccitazione..... lo sbattimento dura per parecchi minuti..... fino a quando tutti e due veniamo contemporaneamente..... lei non grida come quelle urla che a volte sembrano finte.... Ma sforna gemiti di vera goduria, che sono una delle tante cause della mia sfrenata e insaziabile eccitazione......


“Sei sazio tesoro?” mi chiede la bella cavalla possente.....


Ma io le rispondo: “No! Io sono insaziabile..... ho ancora voglia! Girati!”


La cavalla possente obbedisce! Mostra un gran bel culo tondo......


“Fai quello che vuoi! È tutto tuo!” dice la sedittrice..... Comincio a scatenarmi come uno stallone sulla sua puledra.

 Lei muove il suo gran bel culo che vibra e ondeggia..... io più lo guardo e più divento pazzo del suo corpo che mi ha sottomesso a lei...... dopo quel lungo e intenso momento di godimento estremo lei si gira chiude le coscia le poggia sulla mia spalla destra e comincio a penetrarla con delle botte che si sentono fino al piano di sotto.....


Continuamo per più di due ore..... fino a quando mi dice che deve andarsene, mi porta sotto la doccia e quella sarà una scelta sbagliata..... perché la mia eccitazione non si fermerà nel vedere la pelle bagnata...... la donna sotto la doccia è il mio menù preferito! Ricomincio a leccarla baciarla.... Poi la prendo da dietro..... mi aggrappo alle sue tette.... Poi la penetro da dietro, mentre lei si sposta i lunghi capelli bagnati e girandosi mi bacia con passione e io la stringo sempre di più..... “Sei la mia preda! Non scappi! È inutile che cerchi di staccarti.....” e lei mi continua a baciare aggrappandosi con tutte e due le mani alla mia testa.


Ogni giorno penso solo a Lei, ho provato delle sensazioni indescrivibili, così un giorno decido di andare a casa sua senza chiamarla al telefono, voglio fare una sorpresa inaspettata........ Voglio stuzzicare le nostre fantasie sessuali. Strada facendo mentre sono in macchina carezzo il sedile passeggero, pensando alle sue splendide coscia..... eccomi sono arrivato a destinazione, busso alla porta e mi apre.......


“Buon giorno.... Posso sapere cosa ri serve?”


Mi apre una ragazza che le somiglia tanto.... Hanno la stessa forma fisica.....


“Sto cercando Thera..... ma forse ho sbagliato porta.....”


“Sono Anne sua sorella...... tranquillo la porta è quella giusta..... ho capito..... sei un amico...... entra


dovrebbe rientrare tra alcuni minuti.....”


“Piacere di conoscerti! Io sono Giovanni”


Entro e lei mi fa accomodare sul divano del soggiorno, mentre mi chiede se mi piacerebbe gustare una tazza di cioccolata. Accetto, le dico di sì. Dopo alcuni minuti entra in camera con due tazze di cioccolata, Anne ha un aspetto molto sensuale, capelli neri, occhi castani, alta 1,80 circa con una splendida corporatura, anche lei ha un seno abbondante, due fianchi larghi, quando si abbassa per posare la tazza sul tavolo il vestitino leggero si alza e riesce a guardare lo spacco di un culo che mi fa indurire come un pilastro di cemento armato.....


Lei si volta e chiede informazioni sulla mia vita, io sono eccitato e mentre bevo la cioccolata penso a come potermi avvicinare e poterla toccare e farmela..... lei mi guarda negli occhi e lascia cadere un po di cioccolata sul seno..... “Bella mossa!” penso io...... “Adesso tocca a me rispondere a quell’invito.....”


Mi alzo di scatto e con un fazzoletto decido di pulire il suo splendido seno, ma quando mi siedo accanto a lei, butto per terra il fazzoletto e comincio a leccare quelle gran belle tette! Morbide come quelle di sua sorella, ma sul più bello proprio quando allargo il vestito per toglierle di fuori lei mi ferma, si alza e va in cucina dicendomi: “grazie.... Ma non c’era bisogno..... avrei fatto da sola....” Io le vado dietro e lei mentre mette le tazze dentro il lavello, io circondo i suoi fianchi con le mie braccia..... la stringo forte e le dico: “Ti è piaciuto provocarmi? Adesso non ti lascerò scappare! Sei la mia preda! Hai giocato con il fuoco!” alzo quel vestito bianco e comincio a toccare la sua vagina pelosa e calda, con l’altra mano abbasso il suo perizoma e tocco il suo gran bel culo, lei capisce che non serve opporsi e collabora togliendosi il vestitino bianco......


Io comincio a penetrarla con forza, lei comincia a emettere gemiti e poi passa alle urla che vengono mischiate con il rumore dei miei genitali che sbattono violentemente sulle sue splendide antiche da cavalla... poi si gira e la prendo sulle braccia, la sbatto sul tavolo e dopo averla leccata la penetro e le sue grida si sentono in tutta la casa, ci baciamo, mordo il suo collo e poi mi faccio una poppata di quellesplendide tette e lei tutta eccitata mi dice: “Continua così! Sei bravissimo! È tutto tuo questo gran bel corpo! Vai..... Vai..... Così!”


Metto il mio bastone tra le sue tette e vengo....... Mentre lei emette un forte gemito....


“Dai andiamo in bagno e facciamo la doccia insieme!” dice lei..... io senza farmelo ripetere la seconda volta la prendo sulle mie braccia e la porto dove lei mi guida.... Entriamo nel piatto doccia e mentre l’acqua scende come pioggia, io comincio il secondo round..... e ripetiamo tutta scena fatta in cucina..... lei gode come una matta e io passo le mie mani su tutto il suo corpo mentre la penetro ...... poi si abbassa e prende il mio pensiin bocca......esplodo per la seconda volta.


Dopo una lunga ora, lei mi invita ad uscire dalla doccia e comincia ad asciugarmi..... poi ci copriamo con degli accappatoi..... io sono ancora eccitato, ho voglia di continuare a fare l’amore......


Ecco che in quel momento mentre usciamo dal bagno qualcuno da sotto grida: “Avete finito? Anche io devo fare la doccia!” e io scendendo le scale le rispondo: “ Thera...... finalmente sei arrivata!”


Sul divano del soggiorno trovo seduta una bionda che legge un libro, abbassa gli occhiali da lettura e con l’aspetto di una segretaria vogliosi mi risponde: “Non sono Thera..... mi chiamo Marie.... Sono la terza sorella.... E tu chi sei?” Preso dalla curiosità mi avvicino e rispondo: “Io mi chiamo Giovanni..... il piacere è tutto mio!”


Anne dal piano di sopra ci guarda con aria incuriosita..... Io le spiego tutto quello che è successo..... lei mi risponde che sono capitato nella casa giusta..... posa quel libro sul tavolo e con sorpresa vedo che legge tutte le posizioni per fare l’amore...... Lei ha dei lunghi capelli biondi, occhi azzurri..... è un’eccezione...... le altre due sorelle sono completamente diverse, anche se dai lineamenti si somigliano molto. Io le confesso di avere un debole per le Bionde..... lei risponde così: “Perché non provi a indovinare la mia posizione preferita?”


Io ci penso un attimo e rispondo: “Secondo me una pecorina..... quella è la tua posizione ideale!” Così lei senza dire una parola esegue prima uno spogliarello che mi crea una nuova e forte eccitazione...... sembra un burlesque....... Io amo guardare la donna che si spoglia, soprattutto se lo fa lentamente e si tocca le parti intime..... Io tolgo l’accappatoio e le mostro il mio pene duro..... lei indossava una gonna con una camicia blue..... reggiseno e reggicalze con perizoma tutto di colore rosso.....


Lei si gira e mostra le sue grosse e tonde natiche e poi gira la testa e dice: “Ecco sono pronta all’uso....”


Io comincio a penetrarla e lei gode come una matta, mentre la sbatto con violenza il suo corpo vibra.....


lecco tutta la sua schiena bianca..... è morbida, profumata, liscia..... lei emette gemiti Con respiri profondi e


intensi..... e io le sussurro: “Ti spacco! Ti faccio stare con il culo sul ghiaccio per una settimana! Ti sfondo!”


Poi lei si gira e io afferro la sua faccia e la stringo con forza, le apro la bocca e comincio a baciarla..... le mordo le labbra come se volessi staccarle..... lei con voce bassa mi dice: “Non fermarti! Ti prego.... Non fermarti!”


Poi afferro i suoi capelli e la tiro come una cavalla..... poi le afferro le tette e le stringo fino a quando non sento un grido..... tutto sotto gli occhi di Anne che si masturba..... vengo come uno stallone che doma la sua cavalla..... e dopo un lungo gemito la giro sbattendo con violenza sul pavimento, lei si muove tutta..... prima le blocco le braccia sul pavimento: “Sei mia!” e poi la prendo penetrando la sua vagina e con il resto del corpo mi metto su di lei come una coperta..... la presso sul pavimento così forte che lei emette un gemito lungo...... io vengo per la seconda volta......


Sono tre sorelle Fantastiche! Thera, Anne e Marie...... Ma la migliore è Johanna..... la loro splendida mamma.... Johanna mi ha fatto innamorare..... ha avuto queste tre figlie in età giovane..... è una mamma giovane.


Grazie alle sue tre figlie ho conosciuto lei.... Johanna! Con lei ho fatto tutte le cose fatte con le sue figlie, è una donna d’esperienza e devo dire che faccio la doccia quasi sempre con Johanna, a me piace fare l’amore sotto la doccia..... la sua pelle, le sue tette, la sua schiena, il suo gran bel sedere, le sue coscia.... mi fanno impazzire. Anche mentre è seduta sul gabinetto me la gusto..... Johanna è mia! Sono geloso e possessivo....


Guai a chi me la Tocca!


Ti è piaciuto questo racconto?
Punti: 0

0 commenti

Nessun commento
avatar
Ciao, io sono

Carletto

Autore su Erotika

Scrivo delle mie avventure

Vedi Mio Profilo

Racconti Simili

Madagascar
Madagascar
Mag 19, 2024