Tradimenti

Come mia moglie fece un bambino

Ho ritrovato una vecchia Polaroid della seconda metà degli anni '80. Nella foto c'era mia moglie insieme a un carissimo amico, Franco. Ora lui è lontano, a Santo Domingo. 

Era una foto dove si vedevano solo i loro due volti sorridenti vicini vicini. Sembra una foto di due amiconi. Ma potendo allargare il campo si vedrebbe che loro due erano nudi sul letto. Io ero appena rientrato da Napoli e li avevo trovati a trombare; sapevo che lui era a casa nostra, ovviamente, a fare l'amore con mia moglie. 

Appena mi hanno visto si sono fermati e ancora tutti sudati mi sono venuti incontro. Baci abbracci e poi loro si sono accovacciati sul letto e io sulla poltroncina che c'era in camera. Sul comò la macchina fotografica Polaroid e numerose foto di mia moglie nuda in varie pose. Allora l'ho presa e ho scattato loro la foto che ora sto guardando. 

Franco è stato il primo vero amante di Gianna, forse il più importante. Nei giorni precedenti a quello della foto io non c'ero e loro erano stati quasi sempre a letto a trombare, salvo per uscire a fare spesa e passeggiare un pò. Erano in 'luna di miele' per così dire. 

Franco l'aveva penetrata per la prima volta nel culetto e a lei era piaciuto tanto. Quando aveva l'orgasmo Franco glielo sfilava dalla figa e glielo infilava nel culo venendoci copiosamente. Franco aveva davvero due palle da toro piene di sperma. Schizzava anche una decina di zampilli. In quei giorni -così mi riferì mia moglie ridendo- più di una volta non fece in tempo a sfilarlo dalla vagina per infilarglielo nel culo e i primi schizzi le inondarono la vagina, su fino alla cervice. 

"Sai amore," mi disse, me lo ricordo ancora bene: "Mi ce lo spinge così in profondità quando viene che mi fa perfino male all'utero, poi me lo toglie subito e me lo infila nel culo... Godo tanto, sai more?... Tanto tanto, ma proprio tanto!!" 

E il risultato, nove mesi dopo, fu evidente a tutti.

Ti è piaciuto questo racconto?
Punti: 0

2 commenti

Carletto
Carletto
Set 03, 2023 at 8:04 am

Molto, grazie. Quando vedo il bambino provo sempre un'emozione doppia: amore paterno ma anche subbuglio in pancia, ripensando al seme di lui che è cresciuto nel ventre di mia moglie.

Anita
Anita
Set 02, 2023 at 6:55 pm

tu ne eri contento vero?

avatar
Ciao, io sono

Carletto

Autore su Erotika

Scrivo delle mie avventure

Vedi Mio Profilo