Il Ryder porta pizza acchiappa.

Simona69 Dara
a month ago

Tutte le sere intorno alle 19,30, dalla pizzeria due isolati piu avanti, osservo un ragazzo di colore che con il suo scooter consegna la pizza in tutta la città, il classico ryder, fattorino consegna pizze.

Lo osservo quando prepara lo scooter, posiziona le pizze nel baule dietro il sellino e poi parte sempre indaffarato.

È un bel ragazzo alto muscoloso, e giovane avra sui 25 anni, mi piace a volte nonostante abbia il doppio dei suoi anni, lo immagino vicino a me nudo che mi tocca le tette, e mi eccito tanto al pensiero.

Difronte a casa mia abita una ragazza di bella presenza, sui 35 anni sposata con un uomo che spesso si allontana per lavoro, anche per lunghi periodi.

 La conosco appena, abbiamo scambiato solo un buongiorno a volte, non altro.

 Però dalla finestra la vedo bene quando esce o rientra, oppure girottola nel suo giardino.

La cosa che mi ha colpito e incuriosito della mia vicina, è che quando suo marito non ce, spesso ordina la pizza e se la fa portare dal ragazzo con lo scuter il famoso Raider.

Consegna la pizza entra in casa e si ferma sempre un del po', l'ultima volta, è entraato in casa alle 19,30 è riuscito alle 20,15 con la mia vicina che lo ha accompagnato sulla porta tutta sorridente.

Io penso, ho si mangiano una pizza insieme, oppure fanno altre cose tipo una bella scopata magari, chi lo sa.

Pensando e ripensando a questa cosa, una sera che ero a casa da sola decido di ordinare una pizza anch'io, se non altro per conoscere il ragazzo delle consegne da vicino, visto che mi sembrava molto attraente.

Chiamo la pizzeria e ordino una bella margherita, con consegna a casa, il titolare molto gentilmente mi dice, certo signora appena è pronta mando il ragazzo a consegnare grazie.

Io nel frattempo prepato i soldi, mi metto qualcosa addosso, un vestito il primo che trovo corto scollato sotto niente, mi piace sentirmi nuda.

Da li a poco infatti suonano alla porta, la pizza è pronta, apro e resto sorpresa dall'altezza del ragazzo che non avevo mai quantificato dalla finestra, Buongiorno mi dice bellissima signora e arrivata la pizza calda, ma grazie rispondo per la pizza, e per la bellissima signora, una volta si gli dico, ma scherza dice, lei è bellissima, meglio di molte clienti trentenni che servo spesso a casa.

Devo ammettere che la cosa mi crea un certo piacere, sentirmi desiderata mi eccita.

Poi continua con i complimenti...... Lo sa che ha un bellissimo culo per niente cadente, e delle tette da trentenne, ma dai gli dico, chissà quante donne giovani ti corrono dietro, ma no fa il modesto mi dice, sai mi piacciono più grandi di me, sono più goderecce e con molta esperienza, sorridendo mi da una pacca sul culo.

Ma dai gli dico e faccio un passo indietro, prendo i soldi pago la pizza, lui mi ringrazia, mi saluta dicendomi "ma grazie signora, quando ha voglia di pizza chiami pure, saro sempre pronto ad accontentarla e se ne va.

Io resto un po' incuriosita da questo ragazzone alto e molto sicuro di se. 

Mi metto a mangiare la mia pizza ancora calda, intanto penso, secondo me quando fanno consagne a donne sole ci prova sempre, mi sembra un martellatore.

Passano qualche giorno, io la sera quando sono da sola lo osservo sempre quando passa davanti casa mia, affacciata alla finestra mentre fumo una sigaretta.

Ormai siamo diventati amici mi saluta sempre e si ferma a parlare un po' del piu e del meno, non perde mai occasione per farmi complimenti a volte molto piccanti sul mio fisico.

Io sono molto perversa, adoro fare giochetti mi eccitano molto, l'ultima volta che si è fermato a parlare, avevo indossato solo una maglietta bianca corta sensa reggiseno e sotto niente solo sandali con tacco, mentre lui mi parlava con una mamo mi toccavo la figa masturbandomi, che ci volete fare adoro queste cose, lui però non se ne era accorto o almeno credo, fino al momento che si avvicina di più alla finestta e vede il mio culo nudo.

Mamma mia mi dice l'avevo notato che hai veramente un bel culo sodo, lo pensi davvero gli dico, poi decido di mettermi in mostra, levo la mia mano dalla figa, faccio due passi indietro, mi giro di schiena, mi chino un po' e gli chiedo: che ne pensi del mio culo ti piaace o no ? Mmmm ma certo signora risponde veramente bellissimo mi sto eccitando, in quel momento mi giro verso lui, con la mia figa tutta depilata cosi ti piace ? Ma lei signora mi dice, mi vuole far morire qui nella strada, sono arrapato da matti la prego mi faccia entrare, no no rispondo, mi piace sentirmi dessiderata, magari una sera ordino una pizza quando me la porti mi faccio trovare in casa cosi.

Ok risponde allora aspetto la sua chiamata per servirla come vuole lei, ci salutiamo lui riparte con il suo scooter, io sempre eccitata per quella piccola sfilata inprovvisata, davanti a un ragazzo 25 anni più giovane di me, mi mette un caldo tra le cosce incontrollabile, continuo a masturbarmi sul divano immaginando il cazzo eccitato di quel ragazzone di due metri di altezza, come l'avrà corto grosso o lungo, ma non lo so intanto godo e vengo immaginandolo haaaa.

Passa un po' di tempo, non ho più occasione di essere da sola fino a una sera di luglio, mio marito mi dice: sai il mio capo mi ha commissionato un lavoro in Polonia, devo stare via dieci giorni per seguire il montaggio di un impianto, mi dispiace lasciarti sola ma purtroppo lo devo fare.

Ci mancherebbe gli rispondo, il lavoro è lavoro certo che devi andare.

Lui, il weekend ti tocca passarlo da sola,, non ti preoccupare rispondo, vado un po' al mare e la sera mi prenderò una pizza, gia la mia figa era bagnata al pensiero.

Il lunedi seguente mio marito parte per la Polonia, mi saluta e mi dice, ci rivediamo fra dieci giorni, appena rientro si va a mangiare fuori poi ti scopo.

Accidenti gli dico l'idea mi piace. 

Dieci giorni tutta sola, incomincio a pensare come passare il tempo, dieci giorni tutti miei.

Trascorro la mia settimana con il mare, un po' di shopping e la rera in casa rilassata con la tv, oppure un bel porno al pc che non guasta mai.

Aproposito di mare, la mia trasgressione è sempre alta lo sapete ormai, mi piace scegliere sempre un costume due pezzi di cui non metto il sopra quasi mai mi piacciono le tette libere, e il sotto sempre molto leggero e colorato, il mio preferito è uno giallo che metto spesso, mi piace perché quando mi immergo in acqua e riesco bagnata, è trasparente, gli uomini presenti sulla spiaggia mi guardano sempre proprio li tra le gambe, mi eccita tanto questa cosa.

La sera finita la giornata di mare, mi piace mettere sopra un vestito leggero e volatile, di quelli classici che si usano sulla spiaggia, poi levo il costume bagnato e non indosso altro sotto, mi eccita camminare così, magari passo in qualche negozio a comprare qualcosa prima di rientrare a casa felice di ave fatto drizzare il cazzo a qualche uomo che mi ha guardato desiderandomi.

La settimana scorre velocemente, arriviamo a sabato.

La mattina esco un po' bi mare, un bel bagno poi intorno l'una rietro verso casa, arrivata a casa mi faccio un bel bagno rilassante, mi infilo una maglietta corta bianca e niente altro, mi guardo un po di cell faccio un giro sul mio profilo, dove ci sono un sacco di messaggi, tutti rivolti a me con foto di cazzi eccitati che mi scoperebbero in tutte le maniere, posto qualcosa , alcuni mi chiedono di vedere la mia figa, faccio qualche foto e gliele invio,loro rispondomo con qualche tributo, coé si masturbano guardando i miei video o le foto che gli ho inviato.

Intorno alle diciannove, mi affaccio alla finestra e vedo il famoso ragazzone porta pizza che è di gia a lavoro a fare le prime consegne.

Mi torna in mente il pacco che aveva sotto la tuta l'altro giorno quando parlavamo alla finestra, e gli ho fatto vedere i miei lati migliori.

Decido di ordinare una pizza, poi vediamo da cosa nasce cosa, telefono alla pizzeria, come sempre mi risponde il principale gentile, ordino la mia pizza per le nove, il principale mi dice che è un po' tardi comunque mi accontenta ugualmente, mi dice mando il ragazzo come ultima consegna.

Perfetto gli dico grazie mille.

Intanto mi preparo, vediamo se il ragazzo è davvero un martellatore oppure tutti discorsi.

Indosso un paio di autoreggenti nere molto sexy, sensa mutantine ne reggiseno, sopra una vestaglia corta di seta nera legata in vita, sandali alti e stop niente altro. 

È una settimana che non faccio niente, se stasera mi martella come l'altro giorno mi faccio scopare, speriamo non chiami mio marito.

Ore ventuno, infatti puntuale suona il campanello di casa con la pizza, vado ad aprire subito lui mi saluta: buonasera signora ultima consegna per oggi, se è sola posso farle un po' di compagnia se vuole.

Incomincia subito a martellate prevedo una serata calda.

Certo dico entra pure mi fai un po' di compagnia sono sola questa sera, bene risponde entra mi guarda resta un attimo senza parole, poi parte subito.

Mamma mia signora come è vestita sexy questa sera, che spettacolo sono gia eccitato, veramente gli dico fammi vedere, mi avvicino gli abbasso lentamente la tuta sui fianchi, poi ancora più bassa e salta fuori un cazzo scuro enorme penso di trenta centimetri, mi chino davanti a lui, lo lecco ruotando la lingua intorno alla sua cappella lo prendo in bocca, quasi non mi entra dalle dimensioni enormi, mai provato un cazzo cosi grosso, duro e giovane.

Lo spompino un po, lui da ragazzone sicuro di se, sembra diventato un bambino prova qualcosa di bellisdimo.

Mi dice lei signora è esagerata io mi sento il suo schiavo, davvero rispondo? Si certo faccio quello che vuole, mmmm gli dico ti piaccio vestita cosi? 

Moltissimo risponde, intanto mi siedo sul divano a cosce aperte, lui mi guarda con la mazza dritta come una bandiera, io calma gli dico" se ti piaccio allora scopami.

Non se lo fa ripetere, si china davanti a me, mi slinguetta la figa per bene poi introduce l'attrezzo fino in fondo, mi sento la figa piena di quell'enorme cazzo che mi pompa con vigore, vengo numerose volte mai provato un cazzo così.

Dopo avermi sconquassato la figa per dieci minuti si ferma, lo sfila lasciando la mia figa dilatata, si siede sulla sedia poi mi invita a sedermi sopra lui, mi siedo e sento il suo cazzo ancora più dentro, mi fa quasi male. 

Con le sue mani mi solleva il culo mi aiuta a pompare quel pezzo di carne immenso, ben presto il dolore si trasforma in una infinità di orgasmi, che mi sfiniscono e mi fanno sbrodolare la figa.

Anche lui dopo un po' viene dentro, la mia figa trabocca di sborra e cola slle sue palle e goccia in terra.

Sono sfinita mi rimmetto dul divano sudata, lui mi guarda e dice: mi è venuta fame mangiamo un po di pizza, perché no, ne prendiamo una fetta per uno e mangiamo, intanto suona il cell, è mio marito che mi chiama, rispondo parliamo un po' della giornata, gli dico che sono stanca, che sono andata al mare e che ho mangiato una pizza a cena, ho mangiato anche qualcos'altro ma non glielo dico.

Intanto il ragazzo di fronte a me si sta nuovamente masturbando, il cazzone che si rialza come prima, io saluto mio marito con una buonanotte e un bacione e chiudo.

Il ragazzo nuavamente eccitato mi nice: signora io ho ancora voglia di venire, inanzitutto gli dico chiamami Simona,  subito dice senti Simona, viglio venire con te ancora, mettiti sul divano a novanta lo mettiamo nel culo, no no rispondo nel culo no, troppo grosso se ti accontenti ti do la figa ancora.

Va bene Simona, lo riappoggia nuovamente mi riscopa la figa come un treno in corsa, e viene nuovamente come la prima volta.

Alla fine siamo esausti entrambi ma sobbisfatti, il ragazzo si riveste poi prima di andare mi saluta.

Ciao Simona sei una donna meravigliosa, quando ti senti sola chiamami pure, per te sono sempre pronto.

Io resto sul divano immobile spompata e bagnata, chisà se lo dirò mai a mio marito, comunque avevo ragione, il ryder è proprio un gran scopatore adesso lo provato.

Simona69 dara 

simona69dara@virgilio.it

Tutte le sere intorno alle 19,30, dalla pizzeria due isolati piu avanti, osservo un ragazzo di colore che con il suo scooter consegna la pizza in tutta la città, il classico ryder, fattorino consegna pizze.

Lo osservo quando prepara lo scooter, posiziona le pizze nel baule dietro il sellino e poi parte sempre indaffarato.

È un bel ragazzo alto muscoloso, e giovane avra sui 25 anni, mi piace a volte nonostante abbia il doppio dei suoi anni, lo immagino vicino a me nudo che mi tocca le tette, e mi eccito tanto al pensiero.

Difronte a casa mia abita una ragazza di bella presenza, sui 35 anni sposata con un uomo che spesso si allontana per lavoro, anche per lunghi periodi.

 La conosco appena, abbiamo scambiato solo un buongiorno a volte, non altro.

 Però dalla finestra la vedo bene quando esce o rientra, oppure girottola nel suo giardino.

La cosa che mi ha colpito e incuriosito della mia vicina, è che quando suo marito non ce, spesso ordina la pizza e se la fa portare dal ragazzo con lo scuter il famoso Raider.

Consegna la pizza entra in casa e si ferma sempre un del po', l'ultima volta, è entraato in casa alle 19,30 è riuscito alle 20,15 con la mia vicina che lo ha accompagnato sulla porta tutta sorridente.

Io penso, ho si mangiano una pizza insieme, oppure fanno altre cose tipo una bella scopata magari, chi lo sa.

Pensando e ripensando a questa cosa, una sera che ero a casa da sola decido di ordinare una pizza anch'io, se non altro per conoscere il ragazzo delle consegne da vicino, visto che mi sembrava molto attraente.

Chiamo la pizzeria e ordino una bella margherita, con consegna a casa, il titolare molto gentilmente mi dice, certo signora appena è pronta mando il ragazzo a consegnare grazie.

Io nel frattempo prepato i soldi, mi metto qualcosa addosso, un vestito il primo che trovo corto scollato sotto niente, mi piace sentirmi nuda.

Da li a poco infatti suonano alla porta, la pizza è pronta, apro e resto sorpresa dall'altezza del ragazzo che non avevo mai quantificato dalla finestra, Buongiorno mi dice bellissima signora e arrivata la pizza calda, ma grazie rispondo per la pizza, e per la bellissima signora, una volta si gli dico, ma scherza dice, lei è bellissima, meglio di molte clienti trentenni che servo spesso a casa.

Devo ammettere che la cosa mi crea un certo piacere, sentirmi desiderata mi eccita.

Poi continua con i complimenti...... Lo sa che ha un bellissimo culo per niente cadente, e delle tette da trentenne, ma dai gli dico, chissà quante donne giovani ti corrono dietro, ma no fa il modesto mi dice, sai mi piacciono più grandi di me, sono più goderecce e con molta esperienza, sorridendo mi da una pacca sul culo.

Ma dai gli dico e faccio un passo indietro, prendo i soldi pago la pizza, lui mi ringrazia, mi saluta dicendomi "ma grazie signora, quando ha voglia di pizza chiami pure, saro sempre pronto ad accontentarla e se ne va.

Io resto un po' incuriosita da questo ragazzone alto e molto sicuro di se. 

Mi metto a mangiare la mia pizza ancora calda, intanto penso, secondo me quando fanno consagne a donne sole ci prova sempre, mi sembra un martellatore.

Passano qualche giorno, io la sera quando sono da sola lo osservo sempre quando passa davanti casa mia, affacciata alla finestra mentre fumo una sigaretta.

Ormai siamo diventati amici mi saluta sempre e si ferma a parlare un po' del piu e del meno, non perde mai occasione per farmi complimenti a volte molto piccanti sul mio fisico.

Io sono molto perversa, adoro fare giochetti mi eccitano molto, l'ultima volta che si è fermato a parlare, avevo indossato solo una maglietta bianca corta sensa reggiseno e sotto niente solo sandali con tacco, mentre lui mi parlava con una mamo mi toccavo la figa masturbandomi, che ci volete fare adoro queste cose, lui però non se ne era accorto o almeno credo, fino al momento che si avvicina di più alla finestta e vede il mio culo nudo.

Mamma mia mi dice l'avevo notato che hai veramente un bel culo sodo, lo pensi davvero gli dico, poi decido di mettermi in mostra, levo la mia mano dalla figa, faccio due passi indietro, mi giro di schiena, mi chino un po' e gli chiedo: che ne pensi del mio culo ti piaace o no ? Mmmm ma certo signora risponde veramente bellissimo mi sto eccitando, in quel momento mi giro verso lui, con la mia figa tutta depilata cosi ti piace ? Ma lei signora mi dice, mi vuole far morire qui nella strada, sono arrapato da matti la prego mi faccia entrare, no no rispondo, mi piace sentirmi dessiderata, magari una sera ordino una pizza quando me la porti mi faccio trovare in casa cosi.

Ok risponde allora aspetto la sua chiamata per servirla come vuole lei, ci salutiamo lui riparte con il suo scooter, io sempre eccitata per quella piccola sfilata inprovvisata, davanti a un ragazzo 25 anni più giovane di me, mi mette un caldo tra le cosce incontrollabile, continuo a masturbarmi sul divano immaginando il cazzo eccitato di quel ragazzone di due metri di altezza, come l'avrà corto grosso o lungo, ma non lo so intanto godo e vengo immaginandolo haaaa.

Passa un po' di tempo, non ho più occasione di essere da sola fino a una sera di luglio, mio marito mi dice: sai il mio capo mi ha commissionato un lavoro in Polonia, devo stare via dieci giorni per seguire il montaggio di un impianto, mi dispiace lasciarti sola ma purtroppo lo devo fare.

Ci mancherebbe gli rispondo, il lavoro è lavoro certo che devi andare.

Lui, il weekend ti tocca passarlo da sola,, non ti preoccupare rispondo, vado un po' al mare e la sera mi prenderò una pizza, gia la mia figa era bagnata al pensiero.

Il lunedi seguente mio marito parte per la Polonia, mi saluta e mi dice, ci rivediamo fra dieci giorni, appena rientro si va a mangiare fuori poi ti scopo.

Accidenti gli dico l'idea mi piace. 

Dieci giorni tutta sola, incomincio a pensare come passare il tempo, dieci giorni tutti miei.

Trascorro la mia settimana con il mare, un po' di shopping e la rera in casa rilassata con la tv, oppure un bel porno al pc che non guasta mai.

Aproposito di mare, la mia trasgressione è sempre alta lo sapete ormai, mi piace scegliere sempre un costume due pezzi di cui non metto il sopra quasi mai mi piacciono le tette libere, e il sotto sempre molto leggero e colorato, il mio preferito è uno giallo che metto spesso, mi piace perché quando mi immergo in acqua e riesco bagnata, è trasparente, gli uomini presenti sulla spiaggia mi guardano sempre proprio li tra le gambe, mi eccita tanto questa cosa.

La sera finita la giornata di mare, mi piace mettere sopra un vestito leggero e volatile, di quelli classici che si usano sulla spiaggia, poi levo il costume bagnato e non indosso altro sotto, mi eccita camminare così, magari passo in qualche negozio a comprare qualcosa prima di rientrare a casa felice di ave fatto drizzare il cazzo a qualche uomo che mi ha guardato desiderandomi.

La settimana scorre velocemente, arriviamo a sabato.

La mattina esco un po' bi mare, un bel bagno poi intorno l'una rietro verso casa, arrivata a casa mi faccio un bel bagno rilassante, mi infilo una maglietta corta bianca e niente altro, mi guardo un po di cell faccio un giro sul mio profilo, dove ci sono un sacco di messaggi, tutti rivolti a me con foto di cazzi eccitati che mi scoperebbero in tutte le maniere, posto qualcosa , alcuni mi chiedono di vedere la mia figa, faccio qualche foto e gliele invio,loro rispondomo con qualche tributo, coé si masturbano guardando i miei video o le foto che gli ho inviato.

Intorno alle diciannove, mi affaccio alla finestra e vedo il famoso ragazzone porta pizza che è di gia a lavoro a fare le prime consegne.

Mi torna in mente il pacco che aveva sotto la tuta l'altro giorno quando parlavamo alla finestra, e gli ho fatto vedere i miei lati migliori.

Decido di ordinare una pizza, poi vediamo da cosa nasce cosa, telefono alla pizzeria, come sempre mi risponde il principale gentile, ordino la mia pizza per le nove, il principale mi dice che è un po' tardi comunque mi accontenta ugualmente, mi dice mando il ragazzo come ultima consegna.

Perfetto gli dico grazie mille.

Intanto mi preparo, vediamo se il ragazzo è davvero un martellatore oppure tutti discorsi.

Indosso un paio di autoreggenti nere molto sexy, sensa mutantine ne reggiseno, sopra una vestaglia corta di seta nera legata in vita, sandali alti e stop niente altro. 

È una settimana che non faccio niente, se stasera mi martella come l'altro giorno mi faccio scopare, speriamo non chiami mio marito.

Ore ventuno, infatti puntuale suona il campanello di casa con la pizza, vado ad aprire subito lui mi saluta: buonasera signora ultima consegna per oggi, se è sola posso farle un po' di compagnia se vuole.

Incomincia subito a martellate prevedo una serata calda.

Certo dico entra pure mi fai un po' di compagnia sono sola questa sera, bene risponde entra mi guarda resta un attimo senza parole, poi parte subito.

Mamma mia signora come è vestita sexy questa sera, che spettacolo sono gia eccitato, veramente gli dico fammi vedere, mi avvicino gli abbasso lentamente la tuta sui fianchi, poi ancora più bassa e salta fuori un cazzo scuro enorme penso di trenta centimetri, mi chino davanti a lui, lo lecco ruotando la lingua intorno alla sua cappella lo prendo in bocca, quasi non mi entra dalle dimensioni enormi, mai provato un cazzo cosi grosso, duro e giovane.

Lo spompino un po, lui da ragazzone sicuro di se, sembra diventato un bambino prova qualcosa di bellisdimo.

Mi dice lei signora è esagerata io mi sento il suo schiavo, davvero rispondo? Si certo faccio quello che vuole, mmmm gli dico ti piaccio vestita cosi? 

Moltissimo risponde, intanto mi siedo sul divano a cosce aperte, lui mi guarda con la mazza dritta come una bandiera, io calma gli dico" se ti piaccio allora scopami.

Non se lo fa ripetere, si china davanti a me, mi slinguetta la figa per bene poi introduce l'attrezzo fino in fondo, mi sento la figa piena di quell'enorme cazzo che mi pompa con vigore, vengo numerose volte mai provato un cazzo così.

Dopo avermi sconquassato la figa per dieci minuti si ferma, lo sfila lasciando la mia figa dilatata, si siede sulla sedia poi mi invita a sedermi sopra lui, mi siedo e sento il suo cazzo ancora più dentro, mi fa quasi male. 

Con le sue mani mi solleva il culo mi aiuta a pompare quel pezzo di carne immenso, ben presto il dolore si trasforma in una infinità di orgasmi, che mi sfiniscono e mi fanno sbrodolare la figa.

Anche lui dopo un po' viene dentro, la mia figa trabocca di sborra e cola slle sue palle e goccia in terra.

Sono sfinita mi rimmetto dul divano sudata, lui mi guarda e dice: mi è venuta fame mangiamo un po di pizza, perché no, ne prendiamo una fetta per uno e mangiamo, intanto suona il cell, è mio marito che mi chiama, rispondo parliamo un po' della giornata, gli dico che sono stanca, che sono andata al mare e che ho mangiato una pizza a cena, ho mangiato anche qualcos'altro ma non glielo dico.

Intanto il ragazzo di fronte a me si sta nuovamente masturbando, il cazzone che si rialza come prima, io saluto mio marito con una buonanotte e un bacione e chiudo.

Il ragazzo nuavamente eccitato mi nice: signora io ho ancora voglia di venire, inanzitutto gli dico chiamami Simona,  subito dice senti Simona, viglio venire con te ancora, mettiti sul divano a novanta lo mettiamo nel culo, no no rispondo nel culo no, troppo grosso se ti accontenti ti do la figa ancora.

Va bene Simona, lo riappoggia nuovamente mi riscopa la figa come un treno in corsa, e viene nuovamente come la prima volta.

Alla fine siamo esausti entrambi ma sobbisfatti, il ragazzo si riveste poi prima di andare mi saluta.

Ciao Simona sei una donna meravigliosa, quando ti senti sola chiamami pure, per te sono sempre pronto.

Io resto sul divano immobile spompata e bagnata, chisà se lo dirò mai a mio marito, comunque avevo ragione, il ryder è proprio un gran scopatore adesso lo provato.

Simona69 dara 

simona69dara@virgilio.it

Erotika

Esplora una vasta collezione di storie e libri su Erotika. Trova la tua prossima lettura preferita o condividi il tuo capolavoro!