Scoperta e ricattata.

Simona69 Dara
4 months ago

Ciao a tutti amici, vi racconto una vicenda realmente accaduta, di cui un video caricato sul mio profilo ne dimostra l'autenticità.

Sapete che io sono una tipa esibizionista, mi piace il rischio mi eccita molto.

Sabato pomeriggio sola a casa, il mio uomo fuori per lavoro, decido di uscire per una passeggiata per negozi nella mia zona.

Mi preparo come adoro fare sempre, minigonna corta, calze autoreggenti, maglietta fina, sotto niente né reggiseno né mutandine, come dice il mio uomo "fica all'aria" infilo il mio bel giocattolino vibrante nella fica, mutandine e reggiseno in borsa non si sa mai, e esco di casa verso la mia macchina, mentre camminavo godevo già pensando alla gente accanto a me, e al vibratore che poteva uscire, quindi cercavo di tenere la fica stretta godendo ancora di più.

Arrivata alla macchina salgo e parto, ma il caldo incominciava a salire dalla fica in su, arrivata al primo semaforo scatta il rosso, io sono la prima della fila, sarà stato le macchine in coda dietro di me, la gente che passava davanti a me sulle strisce, insomma sento arrivare un orgasmo lunghissimo che mi toglie il fiato.

Appena scatta il verde riparto subito, ma il mio attrezzo tra le gambe continuava a stimolare la mia passera senza tregua, trovato un parcheggio scendo di macchina, comincio a camminare per vedere qualche vetrina sulla passeggiata, mentre la coda del mio vibratore mi strofina nelle cosce, ogni tanto mi fermavo per trattenere l'orgasmo che sarebbe arrivato nuovamente, decido di sedermi su una panchina, appena seduta accavallo le gambe stringendo ancor di più il mio giocattolo, subito altri due orgasmi ravvicinati mi fanno morire e chiudere gli occhi mentre la gente passa accanto a me, non sapendo quello che sto provando.

Dopo aver provato già tre orgasmi molto intensi, avevo voglia di masturbarmi ancora una volta con la mia mano, ma li sulla panchina non potevo, torno verso la macchina e mi sposto lungo il fiume che costeggia la città, in un posto appartato dove di solito vanno le coppiette a fare sesso in macchina.

Parcheggio tiro fuori il cellulare, mi metto un film porno su solopornoitaliani, di quelli amatoriali che mi piacciono tanto, e comincio a masturbare la mia fica già bagnata al massimo dalle vibrazioni del mio giocattolo e dalle contrazioni dei miei orgasmi. 

Mentre mi stavo toccando la fica, e stavo godendo per la quarta volta intensamente, mi volto verso destra, e mi accorgo che un uomo mi stava osservando e masturbandosi con il cazzo in mano, io mi ricompongo velocemente stringendo le gambe e abbasso la gonna il più possibile, lui allora mi bussa nel vetro dell'auto e mi saluta, io resto sconvolta nel vedete che é Dario un amico di mio marito da una vita, non so cosa fare sono imbarazzatissima, mi ha scoperto, io abbasso un pochino il vetro e lui si fa avanti, ciao, non sapevo che ti piacesse fare queste cose, lo sai che quasi venivo nel guardarti, sei proprio una grande troia, io non sapevo cosa dire mi aveva scoperta....sai oggi mi sentivo sola rispondo non sapevo cosa fare, mio marito é a lavoro, lo so risponde lui domani siamo insieme, non so se glielo dico che oggi ti ho trovato a toccarti la fica guardando un porno, noooo rispondo tutta preoccupata, non mi fare questa che lui non sa nulla di queste cose. 

Allora lui che é sempre stato un bastardo, mi guarda e fa, ascolta: facciamo un accordo, te mi fai leccare quella bella fica bagnata, e io non dico nulla a tuo marito resta un segreto fra te e me.

Io ci penso un po' poi gli rispondo: ok però una leccata veloce e via non mi va, che furia c'è risponde, dai apri fammi toccare, io apro lo sportello e lui subito approfitta, mi mette subito le mani fra le gambe, le dita fra la mia fica, sdraiati che ti voglio leccare, io mi stendo sento la sua lingua dentro la mia fica e quasi mi piace, però ripenso a mio marito.... questa volta mi ha fregato il bastardo, tanto lui continua assatanato, voltati in ginocchio ti voglio leccare anche il culo, io mi giro lentamente a pecorina, adesso basta gli dico due leccate poi mi rimetto le mutandine e basta così, va bene dice lui dai fammi leccare, io inginocchiò sul sellino e lui che linguetta la mia fica e il buco del culo come mio marito non ha mai fatto, insomma lui mi sta facendo venire per la quinta volta anche se io non volevo, poi si ferma di colpo, memo male penso a finito, mentre invece mi sento penetrare dal suo cazzo durissimo alla massima erezione, io esclamo risentita, COSA STAI FACENDO, non era questo l'accordo, lui stai zitta non resisto ti scopo, almeno non mi venire dentro non voglio.

Va bene non ti preoccupare ti vengo sul culo, intanto pompava velocemente e io incominciavo a godere per l'ennesima volta, all'improvviso non c'è la faccio più a trattenermi e godo la mia fica pulsa di contrazioni per il mio orgasmo, lui a rapatissimo lo sente e con due colpi forti mi riempie la fica, con tre o quattro schizzi di sperma calda.

Io un po' arrabbiata, ma non tanto, erano anni che nessuno mi scopava con tanta foga, in effetti mi era piaciuto. 

Allora hai finito ?....si risponde, non dovevi venire sul culo si era detto ? Non c'è lo fatta risponde, quando ho sentito che venivi anche te ho sborrato anch'io.

Ok amici, questo è il racconto di una vicenda che mi è successa, é incredibile cosa può succedere in una passeggiata di pomeriggio da sola.

Sono passati ormai due anni da quel pomeriggio, io non ho avuto il coraggio di confessarlo a mio marito, e lui continua ad usarmi con la scusa del ricatto, ogni tanto mi chiama, ciao mi dice, ho visto che tuo marito domani lavora di pomeriggio, usciamo a fare qualche giochetto ? 

Io so già che i suoi giochetti finiscono con una mega scopata, comunque non mi dispiace. Saluti a tutti da Simona69 dara.

Erotika

Esplora una vasta collezione di storie e libri su Erotika. Trova la tua prossima lettura preferita o condividi il tuo capolavoro!