Scoperte da femmina fatta

estasi io
10 days ago

“Tra poco arrivano i miei amici, non fare la milf, vestiti”

“Ma…”

Inutile ha già chiuso la porta della camera come sempre.

Milf?! Io?! Ma cosa vuol dire esattamente? Cavolo non ho neppure 50 anni e già non capisco i ragazzi quando parlano…

Googlo…

Da Wikipedia: MILF è un acronimo tratto dal linguaggio gergale anglo-americano composto dalle iniziali delle parole dell’espressione Mother I’d Like to Fuck (traducibile con “madre che mi piacerebbe scopare”). Il termine designa generalmente donne mature considerate ancora sessualmente appetibili.

Matura io!? Che stronzo a 48 anni ora si è nel pieno degli anni, altro che matura!!

Sessualmente appetibile!? Io!? Conciata così!?

Mi guardo allo specchio, sono spettinata, struccata, un vestitaccio da casa, scalza con lo smalto rosso da ridare…

Boh! Io così mi sento un cesso…

Così sarei “sessualmente appetibile” per un ventenne!?

Mando una foto a mio marito al lavoro,

– Luca mi ha detto che così sembro una milf! –

– Sei bellissima!-

– Ma sono spettinata, struccata, un vestitaccio da casa, scalza con lo smalto rosso da ridare… –

– Incredibilmente sexy –

– Non capisco –

– Sei spettinata come se ti fossi appena alzata dal letto, quel vestito è corto sottile e piuttosto scollato, si vedono benissimo le tue curve e anche che non indossi il reggiseno… e lo smalto rosso… lo trovo davvero sexy lo sai… –

Continuo a guardarmi allo specchio… boh e io che quando voglio essere sexy passo le ore in bagno…

Va beh mi cambio.

Mi do una sciacquata, mi pettino faccio la coda, controvoglia infilo il reggiseno, non lo sopporto quando sono a casa, poi cerco un vestito meno da milf.

Che poi quello di prima per me era da casalinga disperata, quindi boh.

Ne metto uno senza maniche largo e lungo fino ai piedi, di lino leggero, sul davanti è allacciato con tanti piccoli bottoni, mi specchio mi piaccio.

Mando un’altra foto a mio marito

– Bellissima –

– Meno “sessualmente appetibile”? –

– E lo chiedi a me?! Per me sei sempre “sessualmente appetibile” –

Va beh è inutile parlare con lui.

Caspita che caldo però, ci saranno 30 gradi come minimo, devo aprire un po’ di bottoncini altrimenti muoio dentro questo sudario.

Parto dal sotto e decido che posso arrivare fino a poco sopra il ginocchio senza turbare nessuno, anche sopra devo aprirne almeno un paio altrimenti non respiro.

Busso alla porta di Luca.

“Vado meglio così?!”

“Ma cazzo lo fai apposta!?”

“Ma…”

In quel momento suonano alla porta.

Luca fa uno scatto e va al portone prima che ci vada io, boh io davvero non lo capisco più, va beh si arrangia è grandino oramai.

Saluto i ragazzi e vado in cucina dove devo finire di sistemare.

“Signora posso prendere un bicchiere d’acqua!?” sono a culo in su a svuotare al lavastoviglie.

C’è Marco dietro di me, rosso in viso, un po’ impacciato.

“Certo prendi la bottiglia nel frigo e guarda ti passo i bicchieri così la puoi portare di la!”

Va al frigo, mentre prendo i bicchieri dalla lavastoviglie, quando alzo lo sguardo è ancora più rosso e il suo sguardo è irrimediabilmente affondato nella mia scollatura…

“Siete in 4 no?!”

“Ah eh sì, siamo in 4.”

Prende i bicchieri e scompare nel corridoio, sento la porta della camera chiudersi.

Lo sguardo di quel ragazzo mi ha stupito ed eccitato, piaccio ancora ai ragazzi!?

Beh in effetti la vista non doveva essere così male dalla sua posizione…

Sono curiosa, vado ad origliare, li sento ridere e bisbigliare qualcosa, parlano evidentemente di ragazze, sento distintamente alcune parole, figa, culo, tettone, mentre sghignazzano, forse dovrei fargli una lezione su come si parla delle ragazze, sono veramente volgari, poi sento la parola MILF e Luca che gli dice di smetterla… stavano parlando di me…

Mi allontano velocemente, sono sconvolta, potrebbero essere miei figli, un paio li conosco da quando usavano il vasino, possibile che guardino ad una donna così più grande di loro in quel modo!?

Possibile che guardino me così!? Sono sconvolta!

Passo davanti allo specchio del corridoio, mi guardo, mi sistemo il vestito, quando avevo la loro età si che ero bella, magra, alta, slanciata, negli ultimi 20 anni il mio corpo è cambiato, si è allargato, mi sento troppa con tutto questo seno e questi fianchi, vado in palestra faccio acquagym ma l’unico risultato è mantenere il corpo tonico e la pancia più o meno piatta…

Mi butto sul divano con il tablet, su internet se cerchi milf escono una quantità incredibile di materiale pornografico… mi perdo nei siti porno, pieni di donne più o meno della mia età con tette e culo di fuori che scopano con ragazzini in genere superdotati…

È tutto esagerato, tette enormi evidentemente finte, culi troppo perfetti, ragazzini troppo ragazzini, cazzi troppo grossi, è inevitabile fare confronti, con le mie tette grandi ma naturali, con il mio culo si sodo ma inevitabilmente con un po’ di cellulite e con l’uccello di mio marito… non ho mai avuto di che lamentarmi è abbondantemente sopra la media nazionale ma… questi sono di tutt’altra categoria…

“Ciao noi usciamo!” faccio un salto per la paura.

Sulla porta del salotto ci sono Luca e i suoi amici che mi guardano.

“Non torno a cena.”

“Ok ma non fare troppo tardi!”

“Sì sì, non ti preoccupare! Dai ragazzi andiamo!?”

Luca è già sulla porta mentre i tre ragazzi mi stanno guardando con la bocca aperta e gli occhi sgranati.

“Sì sì, andiamo…”

Si girano e se ne vanno, non posso fare a meno di notare Andrea, con quei calzoncini della tuta, tesi sul davanti da una evidente erezione.

Sento la porta chiudersi dietro le loro spalle.

Che avranno visto di così sconvolgente!?

Mi guardo, lo spacco del vestito mi è scivolato sul fianco ed è risalito parecchio, ho le gambe praticamente nude, ma che sarà mai!? Ma poi mi rendo conto che guardare qui video mi ha eccitato parecchio e senza rendermene conto ho aperto qualche bottoncino in più, dall’alto avranno visto sicuramente il mio reggiseno in pizzo, ma soprattutto sono i capezzoli che si vedono anche attraverso il vestito per quanto sono duri e tesi…

Guardo la porta chiusa… silenzio in casa… sono sola!

Mi strappo di dosso il vestito e questo reggiseno che mi stringe le tette gonfie, mi sfilo anche le mutandine umide, finalmente nuda!!

Riprendo a guardare il tablet da dove mi avevano interrotta, ma questa volta le mie mani possono vagare sul mio corpo nudo eccitato.

Queste donne che vengono sbattute da giovani stalloni… sono come me… io… potrei essere come loro… prima i ragazzi mi guardavano così come questi ragazzi guardano queste donne… erano eccitati… volevano scoparmi… chissà come sarebbe scopare ora alla mia età un ventenne, con la loro energia e quei cazzi duri così grossi…

Non resisto, mi infilo dentro due dita e sono sorpresa quando le tiro fuori completamente fradicie, ma quella visione non fa altro che aumentare la mia eccitazione e la mia voglia …non avrei mai pensato che fantasticare su una cosa del genere mi avrebbe eccitato così tanto.

Mio marito mi trova così, stesa sul divano, a gambe larghe, che mi masturbo guardando video porno come un adolescente.

“Ho scoperto di essere una MILF!”

“Mi racconti dopo adesso scopiamo!”

Scoppio a ridere mentre lui si spoglia alla velocità della luce, ma smetto quando affonda dentro di me.

Non avrà una di quelle proboscidi che si vedono nei video ma… cavolo quanto mi sta facendo godere.

Mi stantuffa con forza, fa ballare tutta la mia ciccia, le mie tette sbattono, le fermo ma lui mi sposta le mani.

“Falle ballare, quei ragazzetti non resisterebbero un secondo se vedessero questo spettacolo!”

Mi tengo le gambe aperte più ce posso mentre mi scopa con un ritmo pazzesco, sono un lago, sento i miei umori colarmi giù tra le chiappe… si sporcherà il divano così!

Si mette le mie gambe sulle spalle e si china in avanti, sono piegata a metà, mentre non smette un attimo, così schiacciata lo sento di più, lo sento riempirmi, lo sento spingere e strofinare nel punto giusto.

Lo sento montare da dentro, mi travolge un onda di calore, elettricità ad alta tensione, non riesco ad evitare di urlare, urlo mentre godo mentre lui non smette un attimo di pompare, poi… “basta ti prego fermati…”

Esce da me con l’uccello duro, gonfio, rosso, si masturba, lo vedo vicinissimo al mio viso al mio seno, ma sono sfinita, gli stringo le palle mentre un fiotto denso, bollente, mi colpisce sul viso, uno due tre schizzi, poi altri sul seno, si strofina sui miei capezzoli duri poi si alza e mi guarda.

“Che c’è?!”

“Sei incredibilmente sexy, una bomba.”

Sento il suo seme sul viso, parlando me n’è entrato un po’ in bocca, non posso evitare di passarmi la lingua sulle labbra, vedo il suo uccello oramai moscio avere un ultimo spasimo e una goccia grande densa bianca cadere a terra.

“Cazzo! Fossi ancora giovane… un secondo round ci starebbe.”

Mentre va in bagno resto stesa sporca di lui e di me, mi accarezzo lentamente il seno, spalmandomi tutto  addosso, con l’altra mano mi pulisco il viso, mi guardo le mani sporche, mentre le lecco lentamente penso che si ci starebbe un secondo round… e che si su alcune cose l’età conta… all’inesperienza si rimedia, all’età no… chissà se anche domani passano gli amici di Luca.

Erotika

Esplora una vasta collezione di storie e libri su Erotika. Trova la tua prossima lettura preferita o condividi il tuo capolavoro!